Search your favorite song for free

1. Dabstyle - Ricorda Di Sorridere

Dabstyle - Ricorda Di Sorridere

EP der Dabs del 2016. Scaricabile in completo da DropBox: https://www.dropbox.com/sh/wnnwp9xv850pj9f/AAD62vZFCZ3hD1OFuJZEmK3Na?dl=0

nothing at of , which is



3. 1 - Cosa si ricorda di quando è arrivatoqui'

1 - Cosa si ricorda di quando è arrivatoqui'

Intervista a Mauro proprietario dell'Ortica's Pub. scopri di più su: https://unafinestrasullortica.com/

nothing at of , which is


4. Ricordati di urlare

  • Published: 2011-10-13T10:26:30Z
  • By l'ondes
Ricordati di urlare

testo: stasera un piano ce l'ho comincio dai bar tutta la gente che incontro mi offrirà penso che non penso sol per oggi un bravo e vodka sono quelli giusti per me - oh yeah lasciami stare, dammi da bere, domani ti chiamerò oggi sono in forma nessuno che mi ferma pochi soldi in tasca quante idee per la testa soldi non ne ho ma sono in banana soldi non ne ho baby io sono qua soldi non ne ho ma sono in banana pochi soldi ho e mi divertirò davanti all'oasis alle 7 sono piuccheperfette per bere un bel po condor o corallo senza stallo io continuerò all'età giusta senza usta sono il mulo tu la frusta non mi fermo no lasciami stare, fammi sognare, domani ti chiamerò oggio sono in forma nessuno che mi ferma pochi soldi in tasca quante idee per la testa soldi non ne ho ma sono in banana soldi non ne ho baby io sono qua soldi non ne ho ma sono in banana pochi soldi ho e mi divertirò

nothing at of , which is




7. Smettete di urlare base 95

  • Published: 2017-01-03T15:33:21Z
  • By moody
Smettete di urlare base 95

nothing at of , which is


8. SINDROME - Voglia di urlare

SINDROME - Voglia di urlare

SINDROME : GRUPPO ISOLA D'ELBA ANNI 90 Alessandro Zottola-voce Andrea Isolani - Tastiere Marco Bonini - chitarra Federico Righi - batteria Riccardo Santini - basso

nothing at of , which is


9. Smell like teen spirit il piacere di urlare

Smell like teen spirit   il piacere di urlare

il piacere di urlare smell like teen spirit

nothing at of , which is


10. Novi Ligure ricorda don Franco Zanolli con un concerto di NOVinCANTO

  • Published: 2015-10-23T09:39:53Z
  • By RadioPNR
Novi Ligure ricorda don Franco Zanolli con un concerto di NOVinCANTO

"TRADITIO FIDEI" è il libro scritto dal compianto Don Franco Zanolli, parroco e rettore dell'Insigne Chiesa Collegiata di Novi Ligure. La Consulta del Volontariato, unitamente al Comune di Novi Ligure, hanno deciso di organizzare un concerto con questo titolo e in sua memoria con il Coro Novincanto, di cui Don Franco era Socio Onorario e Sostenitore. Il concerto si terrà sabato 24 ottobre 2015 alle ore 21, presso l’Insigne Chiesa Collegiata di Novi Ligure. Il coro sarà diretto da Cecilia Lee Hyo In. Suoneranno i solisti Virgina Fracassi (pianoforte), Alessandro Bertuccini (pianoforte) e Gianmauro Porceddu (flauto traverso) . Una serata nel ricordo di una persona amata da tutti i novesi con la musica che lui amava, con lo scopo di sostenere il restauro della splendida Collegiata continuando l'opera certosina e preziosa di Don Franco che negli anni ha mantenuto e donato alla Città la meraviglia che noi tutti oggi conosciamo.

nothing at of , which is



12. Don Luigi Ciotti ricorda... il gesto di pace di don Tonino a Salvatore (pasticciere di Molfetta)

Don Luigi Ciotti ricorda... il gesto di pace di don Tonino a Salvatore (pasticciere di Molfetta)

Don Luigi Ciotti ricorda... il gesto di pace di don Tonino Bello a Salvatore, pasticciere di Molfetta | Da | "Operatori di pace si diventa", Convegno organizzato dalla Fondazione Don Tonino Bello di Alessano (Le) e dalla Scuola di pace "Don Tonino Bello" (Alessano, Le) | Alessano 13 febbraio 2010 Mix e Post Audio a cura di DTB Channel & www.dontoninobello.it | http://goo.gl/0tjbm | In coll. con la Fondazione Don Tonino Bello di Alessano (Le) | http://goo.gl/EuO1P

nothing at of , which is


13. Ricorda la Mia Nuvola, nella Neve di Primavera

Ricorda la Mia Nuvola, nella Neve di Primavera

original song Album: "Dieci Piccoli Indiani" Track: 9

nothing at of , which is


14. tracce di CASACHIEVO - CORRADI RICORDA JASON MAYELE' (creato con Spreaker)

tracce di CASACHIEVO - CORRADI RICORDA JASON MAYELE' (creato con Spreaker)

Il ricordo di Bernanrdo Corradi..

nothing at of , which is


15. Lettura della notizia "fede che ricorda l'anniversario di matrimonio" del 12/06/13

Lettura della notizia

Raccolta delle migliori PERLE andate in onda nella stagione 2012 / 2013 del DeeJayStivo su Web Radio Network Riascolta il meglio della stagione 2008 / 2009 del @deejaystivo Riascolta il meglio della stagione 2009 / 2010 del @deejaystivo0910 Riascolta il meglio della stagione 2010 / 2011 del @deejaystivo1011 Riascolta il meglio della stagione 2011 / 2012 del @deejaystivo1112 Riascolta il meglio della stagione 2012 / 2013 (prima parte) del @deejaystivo1213

nothing at of , which is


16. Cosa Resterà Di Noi (feat. Cranio Randagio)

Cosa Resterà Di Noi (feat. Cranio Randagio)

"Cosa resterà Di tutti questi anni insieme Di tutti quelli che Volevano di più Credevano di fare del bene Io sono così Passa tutto quanto Ma non passerà Quello che non ho E quello che non ho mai avuto Dicono di me Che sono uno che si impegna Ma che pensa solo a sé Solo a quello che Porta un vero tornaconto È la verità Di chi parla e non ricorda È l'amicizia affoga In mezzo a questo mare Pieno di troppe vipere Che cosa resterà? Che cosa resterà di noi E di tutte le promesse Mai mantenute E cosa importa chi ha sbagliato Se non c'è più niente da sbagliare Solo una cosa mi resta da fare Urlare 'Cosa resterà delle lacrime che ho versato per te Delle pagine che ho mutilato muto in una camera Solo questa penna mi rende un po' meno debole Ma cosa resterà di me quando l'inchiostro finirà? Filigrana nasconde le brutte ferite La mia faccia sorride, ma ne resta una sagoma Dentro questa pancia ho una rabbia che uccide Io che voglio abortire, ma lei resta e mi lacera' Ma che cosa resterà? E che cosa resterà di noi? E di tutti quanti i sogni Che abbiamo abbandonato Mi chiedi se poi passerà Ti dico forse il dispiacere Ma tu questa rabbia Non dimenticarla Tu non dimenticare Cosa resterà di noi"

nothing at of , which is


17. Presa di coscienza

  • Published: 2015-04-01T16:54:06Z
  • By Nazzareno
Presa di coscienza

Instrumental: Fisto & Soul Square - Chaque Fois que J'y Pense Mix e Master: Gianluca Panella Grafica: Gianmaria Bear Tasciotti Foto: Riccardo Maurizi DOWNLOAD: http://www.2shared.com/complete/wTCViwsH/Nazzareno_-_Presa_di_coscienza.html Testo: E non c'è niente da fare raggiungo l'ignoto l'ignoro prendo il decollo ma non cambio pignolo, ma non canto, perennemente stanco di una monotonia che non va via, non mi distraggo, scappo struggle, percepisci il distacco, deperisci allo sguardo, non ti capisco non mi intristisco al riguardo non mi sforzo di farlo ma non c'è storia con l'emozioni e non con le parole, parlo. Potessi essere migliore, potresti essere, potremmo fare l'unione, potremmo farci le feste, potremmo essere, portemmo fare, ma non c'è modo che possa aiutare potremmo? Possiamo, basta condizionale basta condizionare, basta che resti uguale, ma non ti guasta che ti faccia un po' di morale, su col morale. Provo a volare ma mantengo il giudizio, provo a spiccare il volo ma è normale sbagliare all'inizio. [E l'importante..] L'importante è migliorarsi, sempre andare avanti, serve essere tanti ma non servono pianti, tu piangi.. Quando hai sbagliato potevi pensarci. Ora è troppo tardi, sogni troppo falsi, sogni ad occhi aperti portano a distrarsi, può darsi.. [ma così abbiamo rovinato tutto e adesso basta.. Anzi no] Non mi fermo qui non mi basta no, non mi bastano le parole che ci distanziano, voglio spiegazioni ancora un altro po', per farci non so, per darmi riposo e ritornare più forte di mo. Più forte nell'animo, supero il valico, su per le scale non cado acquisisco tecniche e vedi che valgo. Vedi l'estratto conto, valgo molto? Falso. Ti guardo dentro perché sono questi i discorsi che faccio: Parlo d'amore e di cose più serie, ma perdo tempo guardando le serie, scaldando le sedie. Sono fuori da tutte le medie e se non lo sapete sappiate che lo saprete. Vorrei imparare dai miei sbagli per farlo devo concentrarmi sui dettagli. Col tempo devo migliorarmi ma non c'è niente da fare se poi a sbagliare sono gli altri Sai che puoi farmi tutto, tanto non mi vendico, ma ricorda che quello che fai e che farai non me lo dimentico. Quando mi parli menti perché vai dove vanno i venti ma non ti aspettare che col tempo rimanga identico. Cambiano i tempi e i luoghi, la gente e i modi, i ricordi non te li ricordi perché nei ricordi ci affoghi. Cambiano i venti e i soli, le stelle e i moti, i rimorsi non te li ricordi perché coi rimorsi non giovi Vorrei imparare dai miei sbagli per farlo devo concentrarmi sui dettagli. Col tempo devo migliorarmi ma non c'è niente da fare se poi a sbagliare sono gli altri Vorrei imparare dai miei sbagli per farlo devo concentrarmi sui dettagli. Col tempo devo migliorarmi ma non c'è niente da fare se poi a sbagliare sono gli altri Ma non c'è niente da fare, qui non c'è niente, qui se mi metto ad urlare ma chi mi sente? Sono nel ventre del deserto spirituale, mi guardo allo specchio e mi vedo uguale Ma non c'è niente da fare, qui non c'è niente qui se mi metto ad urlare ma chi mi sente? Sono nel ventre del deserto spirituale, mi guardo allo specchio e mi vedo uguale .. E per me è un colpo al cuore sempre alla ricerca di migliorarsi sempre proiettato verso nuovi orizzonti e poi mi guardo allo specchio e mi vedo uguale.. E non va bene devo cambiare non va bene devo cambiare e poi mi guardo allo specchio e mi vedo uguale..

nothing at of , which is


18. Tela Grezza - maxmex [Tela Grezza @ 2013]

  • Published: 2018-01-16T22:29:17Z
  • By maxmex
Tela Grezza - maxmex [Tela Grezza @ 2013]

TELA GREZZA (massimo messina) Del quadro tuo senza cornice, sempre m’illuderò di essere io quell’aquila che adesso piomba giù su un marinaio vecchio e triste che punta il dito a nord, stregato da una luna che ormai non vede più, in quel suo mare tranquillo ad aspettare l’onda che lo porti via verso un banale tramonto screziato d’ocra e scarsa fantasia. Sembra scolpito il mento invece è un denso grumo blu e scola la memoria da quel ricordo suo nell’oblio pastellato d’irte stelle che ridonda nostalgia, tra lo scontato rollio delle barche gonfie di monotonia. E sembra urlare al vento tutto il rimpianto suo, nell’ovvietà di un faro, cliché che simboleggia dio. E sembra ora che il fumo del suo tabacco sia la nuvola di un cielo che va e non ritorna più. E frana la scogliera dentro il dirupo buio che di quell’aquila cela i grossi artigli e riflette l’ombra sua su un marinaio triste e dal volto stanco che ricorda quello mio, vagamente il volto mio E sembra ora che il fumo del suo tabacco sia la nuvola di un cielo che va e non ritorna più.

nothing at of , which is


19. Disturbati Dalla CUiete - Le Periferie Arrugginite

  • Published: 2017-06-08T12:44:55Z
  • By Dr.Sospè
Disturbati Dalla CUiete - Le Periferie Arrugginite

Prod: DJ Sospè Testo/voce: Alberto Dubito | x | Bonnot Music TESTO: "Quattro quartine/ i quadretti del mio foglio schematizzano le rime/ nelle forme che germoglio galere a fuoco nei quaderni/ e gli incidenti sui binari morti fanno/ i sicari più contenti La differenza tra noi e/ la noia è l'impazienza né religione né scienza:/ sono botte d'empirismo se i miei sensi sono l'istmo/ tra realtà e apparenza non esiste conoscenza d'oggettività/ da quel che ho visto Aspetta(mi)/ dai aspetta ancora se con te era il venezuela sotto/ le lenzuola ora nicotina, nodi in gola/ e paranoie a schiera io solo, tu sola/ sulla società che trema HO SCELTO/ LA PRIMA FILA scocca mezzanotte corro/ a leghe ventimila nelle vostre vetrine non c'è/ quello che mi serve sbronzo guardo alto/ stelle cazzo state ferme Una è Disturbati dalla CUiete Due è ricordare chi eravate tre è immaginare chi sarete quattro è urlare chi siete Una è Disturbati dalla CUiete due è ricordare chi eravate tre è immaginare chi sarete nelle periferie arrugginite Tre quartine/ per dire chi non siamo do inchiostro al foglio/ lui si prende la mia mano la periferia è il disordine/ che vuole, dista chilometri dal cuore ma è/ il centro del dolore lo concentra, conta fino a cento/ poi esplode ricorda, la paura è la/ peggiore delle mode schiaccio pausa/ trovo pace nel vuoto industriale allento la morsa del collare,/ torno a respirare HO SCELTO/ LA PRIMA FILA sono nessuno e Polifemo/ tra gl'uno e i centomila mi acceco da solo/ se sbanco la rabbia tra banchi di nebbia/ e parole di sabbia Due quartine scritte lead/ quattro di notte fitte intercostali tra le/ metriche interrotte i rimorsi rimossi/ sono meduse sulla riva transizione recidiva/ mentre l'alba arriva HO SCELTO/ LA PRIMA FILA mando fogli in bianco/ le mie notti vita activa con te ho perso la saliva/ salvati sti discorsi quando fuori è buio/ e la coscienza prende a morsi HO SCELTO/ LA PRIMA FILA sui binari del foglio/ deraglio all'ultima quartina nella periferia dell'impero/ reti di pensiero e quando ridi CAZZO/ fallo per davvero!"

nothing at of , which is